iconActivityiconArrowBackiconArrowBottomiconBasketiconBasket2iconBasketGastroPlan de travail 1iconBubbleSingleiconBubbleSpeechiconCalendarcalendar iconCalendarCheckiconCheficonConciergeiconDelete iconDestinationexpandiconFacebookiconFavoritesiconFlowersiconGifticonGooglePlusiconHelp iconHistoryiconHomeiconHoteliconHouseRCiconHouseRC2iconInstagramiconInvitationiconLabeliconLinkediniconListiconLockiconLogouticonLysRCiconLysRCLefticonLysRCRighticonMailiconMedalPlusiconMembersiconMobileiconMoodboardiconNewsletter iconNotesiconPhoneiconPieiconPinteresticonPresentationiconPressReleaseiconPrinticonQuotesiconRefreshiconResaiconRestauranticonRoute1234iconScreeniconSearchiconSettingiconShareiconTagiconToqueiconToqueDrawingiconTrashCaniconTwittericonUsericonViewListiconViewMapiconVillaiconWaiterDrawingiconWineDrawingiconXperienceicon-flag_ch icon-flag_fr icon-flag_it gift icon-gift_calendar checkmark equalizer2 Plan de travail 2Plan de travail 1icon-gift_enveloppeback-in-timeyjhjghicon-gift_help credit-card icon-gift_phone icon-gift_shop icon-gift_sphere truck user icon-gift_zoom

Proseguendo la navigazione sul nostro sito, l'utente accetta l'installazione (i) di cookie per misurare il pubblico del sito, la relativa frequentazione e la navigazione dell'utente, per proporre offerte in linea con gli interessi dell'utente e messaggi pubblicitari personalizzati e (ii) cookie di terzi la cui finalità è proporre video, pulsanti di condivisione e commenti dai social network.
Per saperne di più

Ingrandire la mappa

19 dimore
Provenza / Languedoc

LA REGIONE INCANTEVOLE

Già il suo nome evoca il frinire dei grilli, il profumo di lavanda, il colore argentato degli ulivi sotto il sole, la montagna Sainte-Victoire o il massiccio della Sainte-Baume che domina il villaggio di Nans-les-Pins. L’incantevole cornice della Provenza, favorita da un’insolazione eccezionale, ha ispirato gli scrittori nonché i pittori moderni. Marcel Pagnol (che ha girato La moglie del fornaio nel villaggio del Castellet) e Jean Giono le devono le loro migliori pagine, Cézanne e poi Braque sono stati stregati dal villaggio dell’Estaque, Van Gogh da Saint-Rémy-de-Provence.

A Marsiglia, qualche ora sui moli del Porto Vecchio o nei vicoli del Panier, quartiere popolare che ha conservato il suo assetto medievale, basta per esserne ammaliati. La magia continua lungo la Canebière, l’arteria principale della città, che prende nome dai cordai e dai commercianti di canapa, o nel paesaggio minerale dei calanchi, rinfrescanti enclave marini dove le rocce calcaree precipitano nell’azzurro del mare. Sono alle porte della città, sotto lo sguardo di Notre-Dame-dela- Garde, «la Bonne Mère» guardiana di Marsiglia.


19 dimore trovate