iconActivityiconArrowBackiconArrowBottomiconBasketiconBasket2iconBasketGastroiconBubbleSingleiconBubbleSpeechiconCalendariconCalendarCheckiconCheficonConciergeiconDestinationexpandiconFacebookiconFavoritesiconFlowersiconGifticonGooglePlusiconHistoryiconHomeiconHoteliconHouseRCiconHouseRC2iconInstagramiconInvitationiconLabeliconLinkediniconListiconLockiconLogouticonLysRCiconLysRCLefticonLysRCRighticonMailiconMedalPlusiconMembersiconMobileiconMoodboardiconNewsletter iconNotesiconPhoneiconPieiconPinteresticonPresentationiconPressReleaseiconPrinticonQuotesiconRefreshiconResaiconRestauranticonRoute1234iconScreeniconSearchiconSettingiconShareiconTagiconToqueiconToqueDrawingiconTrashCaniconTwittericonUsericonViewListiconViewMapiconVillaiconWaiterDrawingiconWineDrawingiconXperience

Proseguendo la navigazione sul nostro sito, l'utente accetta l'installazione (i) di cookie per misurare il pubblico del sito, la relativa frequentazione e la navigazione dell'utente, per proporre offerte in linea con gli interessi dell'utente e messaggi pubblicitari personalizzati e (ii) cookie di terzi la cui finalità è proporre video, pulsanti di condivisione e commenti dai social network.
Per saperne di più

Ingrandire la mappa

12 dimore
Bretagna

LA FIGLIA DEL VENTO

Una terra che vive al ritmo del mare. Le onde e il vento ne scolpiscono i contorni bianchi di schiuma e le maree ne modellano i paesaggi. In Bretagna si vive nella terra, nel mare e nella zona intertidale, una grande distesa di sabbia e scogli che emerge durante la marea bassa. Tra la terra e il mare le frontiere si cancellano, l’acqua risale attraverso i canali che collegano il mare alla salina, la cui erba profumata dà all’agnello il suo gusto saporito. A nord, Roscoff, Morlaix e Saint-Malo evocano corsari ed epopee marittime tra i gridi dei gabbiani e lo sbattere delle drizze. La costa Smeralda, attraversata da sentieri costieri bordati di ginestroni ed eriche, offre ai più pazienti il meglio della pesca a piedi: la delicata orecchia di mare che cresce nell’acqua fredda verso il largo. Dalla Punta del Grouin, all’estremo ovest della costa, si abbraccia il sublime panorama del Mont-Saint-Michel, delle Isole Chausey e della costa normanda.

Per raggiungere il sud, possiamo lasciare alle spalle gavitelli e boe e passare dall’entroterra, là dove all’odore del mare si aggiunge quello della terra arata. In alcuni luoghi per concimare gli orti si mantiene ancora la tradizione dei raccoglitori di alghe del passato. Le strade e i cammini, sotto la volta maestosa dei roveri e dei castagni, sono scanditi di calvari scolpiti o di semplici croci in pietra e ci portano verso un altro paesaggio costiero, bagnato di luci contrastanti, dove si avvicendano falesie, baie sabbiose, porti riparati e villaggi balneari. D’estate, le scuole di vela della baia di Quiberon e della baia de La Baule esibiscono Optimist, derive e catamarani sugli specchi acquei riparati dall’onda lunga dominante da ovest. I diportisti agguerriti navigano tra gli isolotti del Golfo del Morbihan, rifugio dei trampolieri come l’airone cenerino o l’ibis sacro, giacchè dal nord della Bretagna al sud dei paesi della Loira ci si può anche sposare da un’isola all’altra. Bréhat, Batz, Ouessant, Groix, Belle-Île, Houat e Hoëdic, Yeu… Pezzi di terra vergini dove l’estate si vive a piedi nudi, ci offrono i più bei tesori della regione.


12 dimore trovate

Relais & Châteaux
Scoprite perché prenotare con Relais & Châteaux offre un mondo di privilegi