iconActivityiconArrowBackiconArrowBottomiconBasketiconBasket2iconBasketGastroiconBubbleSingleiconBubbleSpeechiconCalendariconCalendarCheckiconCheficonConciergeiconDestinationexpandiconFacebookiconFavoritesiconFlowersiconGifticonGooglePlusiconHistoryiconHomeiconHoteliconHouseRCiconHouseRC2iconInstagramiconInvitationiconLabeliconLinkediniconListiconLockiconLogouticonLysRCiconLysRCLefticonLysRCRighticonMailiconMedalPlusiconMembersiconMobileiconMoodboardiconNewsletter iconNotesiconPhoneiconPieiconPinteresticonPresentationiconPressReleaseiconPrinticonQuotesiconRefreshiconResaiconRestauranticonRoute1234iconScreeniconSearchiconSettingiconShareiconTagiconToqueiconToqueDrawingiconTrashCaniconTwittericonUsericonViewListiconViewMapiconVillaiconWaiterDrawingiconWineDrawingiconXperience

Proseguendo la navigazione sul nostro sito, l'utente accetta l'installazione (i) di cookie per misurare il pubblico del sito, la relativa frequentazione e la navigazione dell'utente, per proporre offerte in linea con gli interessi dell'utente e messaggi pubblicitari personalizzati e (ii) cookie di terzi la cui finalità è proporre video, pulsanti di condivisione e commenti dai social network.
Per saperne di più

Ingrandire la mappa

20 dimore
Riviera Francese / Corsica

Sulla costa Azzurra, la « Riviera » è l’oggetto di tutte le attenzioni.

La camera si sposta in un travelling lungo le montagne del Var e la riva meridionale, s’infila sotto la biancheria messa ad asciugare e infine si posa sulla pelle di una ragazza che prende il sole. Scena iniziale di Et Dieu... créa la femme, film del 1956 che portò alla ribalta Brigitte Bardot ma anche Saint-Tropez, già nota prima che Roger Vadim decidesse di girarvi il suo film culto: un antico villaggio di pescatori costruito su una lingua di terra che si tuffa nell’azzurro mediterraneo, un tempo rifugio corsaro tutto piazzette e tetti ocra, col suo mercato della place des Lices e il suo porto dove dondolano calmamente i «pointu», barche da pesca colorate dalla poppa appuntita come la prua.

«Prendete turchesi, smeralde e lapislazzuli: quanto serve per il cielo. Metteteci sopra della polvere di diamante con dei fuochi d’artificio: per due o tre nuvole sulla nostra montagna. Quanto al mare…, non prendete altro che il treno per venire a vederlo.» Così scriveva nel 1866 alla sua amica Mme de Beaulaincourt Prospero Mérimée, grande appassionato della regione e, dopo oltre un secolo, ciò si addice tuttora a meraviglia alla Costa Azzurra. Filo conduttore della Riviera francese, il Mediterraneo estende senza discontinuità la sua tavolozza di blu da Bandol alla costa italiana. Il cobalto della baia degli Angeli è indissociabile da Antibes, di cui Pablo Picasso era cittadino onorario. Tra il porto e la piazza del Safranier, il museo a lui consacrato espone tele, disegni e ceramiche del maestro, vissuto gran parte della sua vita sotto il sole di Antibes, Golfe-Juan, Cannes e Vallauris.


20 dimore trovate

Relais & Châteaux
Scoprite perché prenotare con Relais & Châteaux offre un mondo di privilegi