iconActivityiconArrowBackiconArrowBottomiconBasketiconBasket2iconBasketGastroiconBubbleSingleiconBubbleSpeechiconCalendariconCalendarCheckiconCheficonConciergeiconDestinationexpandiconFacebookiconFavoritesiconFlowersiconGifticonGooglePlusiconHistoryiconHomeiconHoteliconHouseRCiconHouseRC2iconInstagramiconInvitationiconLabeliconLinkediniconListiconLockiconLogouticonLysRCiconLysRCLefticonLysRCRighticonMailiconMedalPlusiconMembersiconMobileiconMoodboardiconNewsletter iconNotesiconPhoneiconPieiconPinteresticonPresentationiconPressReleaseiconPrinticonQuotesiconRefreshiconResaiconRestauranticonRoute1234iconScreeniconSearchiconSettingiconShareiconTagiconToqueiconToqueDrawingiconTrashCaniconTwittericonUsericonViewListiconViewMapiconVillaiconWaiterDrawingiconWineDrawingiconXperience

Proseguendo la navigazione sul nostro sito, l'utente accetta l'installazione (i) di cookie per misurare il pubblico del sito, la relativa frequentazione e la navigazione dell'utente, per proporre offerte in linea con gli interessi dell'utente e messaggi pubblicitari personalizzati e (ii) cookie di terzi la cui finalità è proporre video, pulsanti di condivisione e commenti dai social network.
Per saperne di più

Ingrandire la mappa

1 dimora
Turchia

La Turchia, elemento centrale dell'Impero Romano d'Oriente, più tardi dell'Impero Ottomano, ha avuto un passato ricco di conflitti, di alleanze e di grandi opere.

Un po’ più a nord, la costa turca condivide con le isole greche le vestigia dell’antichità e il paesaggio mediterraneo: ulivi, calette dalle acque limpide e porticcioli. Sulla sponda occidentale del Bosforo, tra il mare Nero e il mare di Marmara, i minareti e le cupole dei palazzi dei sultani ottomani annunciano il Corno d’Oro di Istanbul. I romani la chiamavano ancora Costantinopoli quando venne eretta la più bella chiesa della cristianità dell’epoca, Santa Sofia. I volumi monumentali, i marmi colorati e i mosaci su sfondo d’oro sono tuttora impressionanti. Circa dieci secoli dopo, l’architetto della vicina moschea Blu fece di tutto per superare la bellezza della basilica – e come minimo il risultato è pari.

Seduti all’ombra davanti a un bicchiere di çay, il tè d’Istanbul, o un caffè turco, i cui fondi raspano un po’ la lingua, osserviamo il balletto delle navi che attraversano incessantemente lo stretto. Un giro dall’Europa all’Asia che ricorda quello dei sufi, il trance dei dervisci danzanti intenti a unire cielo e terra. In Cappadocia, la mistica è geologica. L’erosione del tufo, nell’altopiano dell’Anatolia centrale, ha scolpito i camini delle fate, scavato gole e cavità che i bizantini hanno ornato di affreschi offerti tuttora alla nosra contemplazione da questo paesaggio fuori dal tempo.


1 dimora trovate

Relais & Châteaux
Scoprite perché prenotare con Relais & Châteaux offre un mondo di privilegi