iconActivityiconArrowBackiconArrowBottomiconBasketiconBasket2iconBasketGastroiconBubbleSingleiconBubbleSpeechiconCalendariconCalendarCheckiconCheficonConciergeiconDestinationexpandiconFacebookiconFavoritesiconFlowersiconGifticonGooglePlusiconHistoryiconHomeiconHoteliconHouseRCiconHouseRC2iconInstagramiconInvitationiconLabeliconLinkediniconListiconLockiconLogouticonLysRCiconLysRCLefticonLysRCRighticonMailiconMedalPlusiconMembersiconMobileiconMoodboardiconNewsletter iconNotesiconPhoneiconPieiconPinteresticonPresentationiconPressReleaseiconPrinticonQuotesiconRefreshiconResaiconRestauranticonRoute1234iconScreeniconSearchiconSettingiconShareiconTagiconToqueiconToqueDrawingiconTrashCaniconTwittericonUsericonViewListiconViewMapiconVillaiconWaiterDrawingiconWineDrawingiconXperience

Proseguendo la navigazione sul nostro sito, l'utente accetta l'installazione (i) di cookie per misurare il pubblico del sito, la relativa frequentazione e la navigazione dell'utente, per proporre offerte in linea con gli interessi dell'utente e messaggi pubblicitari personalizzati e (ii) cookie di terzi la cui finalità è proporre video, pulsanti di condivisione e commenti dai social network.
Per saperne di più

Ingrandire la mappa

6 dimore
Portogallo

VIGNETI E RIVE

D’inverno la neve non è inconsueta, ma è il sole infuocato d’agosto ad aumentare lo zucchero nell’uva dell’Alto Douro. In questo suolo di granito e schisto che non produce null’altro, la vigna occupa ogni appezzamento, conquista le scogliere terrazzate e ospita le Quintas, proprietà viticole dalle mura di un bianco immacolato coi tetti in tegole rosa. Finita la vendemmia, il vino mischiato con acquavite prenderà la via di Vila Nova de Gaia, sulla foce del Douro, per essere invecchiato in botti persino cinquant’anni. Lungo questo percorso fluviale, un tempo assicurato da barche chiamate rabelos, le falesie diventano colline meno ripide ricoperte dai vigneti di vinho verde, un vino precoce, leggermente frizzante, che si sposa a meraviglia coi crostacei.

Di fronte a Vila Nova de Gaia e alle sue cantine, la torre della chiesa dos Clérigos, affettuosamente chiamata «il cero», sovrasta il paesaggio scosceso della città di Porto. Lungo i moli, il quartiere di Ribeira, con le sue case antiche e il suo dedalo di stradine, è pieno di ristoranti, dove si serve il bacalhau - il baccalà, che i Portoghesi si vantano di preparare in 365 modi diversi — e altri pesci sbarcati e messi all’asta nel porto. Un altro fiume, un’altra città. A Lisbona, il Tago scorre, ampio, lento e maestoso, nel Mare di Paglia. Di giorno, il rumore degli «electricos», i tram gialli che salgono traballanti le 7 colline, echeggia in città. Di sera, la viola accompagna voci femminili tristi e belle che cantano il fado nel quartiere arabo di Alfama, dai colori bianchi, o nel Bairro Alto, dai toni pastello, mentre la luce radente colora d’oro le increspature dell’oceano.


6 dimore trovate

Relais & Châteaux
Scoprite perché prenotare con Relais & Châteaux offre un mondo di privilegi