iconArrowBackiconArrowBottomiconBasketiconBasket2iconBasketGastroiconBubbleSingleiconBubbleSpeechiconCalendariconCalendarCheckiconCheficonConciergeiconDestinationiconFacebookiconFavoritesiconFlowersiconGooglePlusiconHomeiconInstagramiconInvitationiconLabeliconLinkediniconListiconLockiconLogouticonLysRCiconMedalPlusiconNotesiconPinteresticonRefreshiconResaiconRoute1234iconSearchiconSettingiconShareiconTagiconToqueiconToqueDrawingiconTrashCaniconTwittericonUsericonViewListiconViewMapiconVillaiconWaiterDrawingiconWineDrawingiconXperience
A proposito di Relais & Châteaux
Scoprite i nostri ristoranti gastronomici e i nostri hotel di charme nel mondo
Scoprite tutti i nostri Chef
Chef Relais & Châteaux

Antonino Cannavacciuolo

Chef Relais & Châteaux

Antonino Cannavacciuolo
Villa Crespi
Membro Relais & Châteaux dal 2012
Via G Fava 18
28016 Orta San Giulio
Italia

HOTEL

Villa Crespi

6 camere: 250-390 EUR s.c.
8 suite: 350-800 EUR s.c.



RISTORANTE

Villa Crespi

Menù 95-150 EUR s.c. Carta 80-160 EUR s.c.

Visionare i dettagli del ristorante




Terminologia: t. = tasse s.n.i= servizio non compreso s.i. = servizio compreso : t. = tasse - s.n.c = servizio non compreso - s.c = servizio compreso


LA STORIA DI UNO CHEF

«Ho sempre saputo che sarei stato uno chef. Come lo era mio padre prima di me, lui che ha preparato delle brigate intere di cuochi a Sorrento e nei dintorni. Ma, a dire il vero, questa convinzione, la devo a mia nonna, al suo "ragù" con cui condiva le paste dei pranzi di famiglia della domenica, al profumo irresistibile che invadeva la casa sin dalle prime luci del giorno. Mi hanno aperto gli occhi sulla necessità di trovare le migliori materie prime, di avere il senso del sacrificio, di essere determinati e totalmente consacrati a questo mestiere. È su queste basi che ho costruito la mia cucina. I miei viaggi e le mie esperienze hanno fatto il resto: in Francia, da Marc Haeberlin all’Auberge dell'Ill d’Illhaeusern in particolare, ma soprattutto dal Sud o dal Nord dell’Italia, dalla scuola di Vico Equense alla tavola del Grand Hotel Quisisana di Capri diretta all’epoca da Gualtiero Marchesi, senza dimenticare naturalmente il Lago d’Orta. Qui ho incontrato mia moglie, Cinzia, prima di assumere la gestione nel 1999 di Villa Crespi, luogo in cui il nostro impegno è completamente dedicato alla vostra felicità e di conseguenza alla nostra. »

IL PICCIONE - QUANDO E COME AVETE SCOPERTO IL PICCIONE?

Ricordo, da bambino, che mia nonna cucinò un piccione alla brace. Più tardi me lo ha fatto riscoprire in Alsazia lo chef stellato Marc Haeberlin. Da allora è diventato un prodotto molto importante per me.

 

IL PICCIONE - DOVE ACQUISTATE I PICCIONI?

Quello che so sui piccioni l’ho imparato in Francia ed è da lì che mi arrivano i migliori esemplari. Mi sono rifornito da alcuni piccoli produttori piemontesi, ma ora quasi tutti i miei piccioni li ordino in Francia. I loro profumi, così particolari, mi riportano laggiù.

 

IL PICCIONE - COME LI CUCINATE?

Amo rivisitare piatti e ricette che mi sono piaciuti. Ora propongo un petto di piccione al foie gras ornato con un po’ di cacao e una salsa al Banyuls.

 

Relais & Châteaux
Scoprite perché prenotare con Relais & Châteaux offre un mondo di privilegi