Chiudere Close
Relais & Châteaux, è un mondo a parte, un mondo diverso. Un mondo accogliente, caloroso, gourmet, nel quale l'esigenza della migior qualità condivisa dai nostri affiliati si unisce alla passione per la loro struttura e per il territorio che l'accoglie.
Fermer fermer
L’arte di regalare Relais & Châteaux con i nostri Buoni e Cofanetti regalo CRÉATION. Per un week-end d’incanto in un ambiente eccezionale, un soggiorno fuori dal mondo o una cena gastronomica alla tavola di uno dei nostri Grands Chefs, più di 300 Maisons Relais & Châteaux accolgono le persone che avete scelto di coccolare, per un’esperienza indimenticabile.
Chiudere Close
Scoprite un vero giro del mondo della collezione Relais & Châteaux. Per qualsiasi occasione, qualunque sia la durata del vostro soggiorno, ogni Dimora vi offrirà il meglio della sua cultura e del suo territorio.
 

 
Chiudere Close
Vivere un’esperienza Relais & Châteaux significa vivere nuove sensazioni. Ognuna delle nostre strutture offre la possibilità di esplorare una varietà di sensazioni incomparabili, dove la bellezza di un luogo, il calore dell’accoglienza e la qualità di una tavola si coniugano in modo perfetto. Profumi e sapori, paesaggi e colori trasformano ogni soggiorno in un momento raro e intenso.
Chiudere Close
Scoprite l’eccellente cucina proposta nelle nostre dimore: tradizionale o contemporanea, non manca mai di stupire con la sua incredibile creatività. Questa caratteristica d’eccellenza è riconosciuta in tutto il mondo, poichè i nostri Grands Chefs sono considerati il vertice della gastronomia più raffinata.

Stampare questa pagina inviare questa pagina a un amico

Saint Pierre.

Ristorante di un Grand Chef Relais & Châteaux in città. Singapore,Singapore

Emmanuel Stroobant

Chef
Saint Pierre Singapore 098375

Ho trascorso il mio apprendistato nel Relais & Châteaux l’Hostellerie Saint Roch nelle Ardennes, prima di realizzare un giro delle tavole classiche del Belgio. Ho preso il mio primo posto di chef a 23 anni. Questo fu l’inizio di una nuova vita, di viaggi e di una specie di giro del mondo.

Mi sono dedicato al 100%, dicendomi che, quando si è chef, l’apprendistato è un viaggio che non finisce mai : quello di una vita intera.

La mia carriera ha preso il volo definitivamente in Asia, quando mi sono trasferito a Kuala Lumpur ricevendo poi il premio per il miglior chef emigrato in Malesia nel 1999. Dopo tutto questo, ho potuto trasferirmi a Singapore dove ho incontrato mia moglie, trasformando i miei sogni in realtà. Come dicono gli Americani : « all the rest is history » (il resto, è storia).
Entrare a far parte di Relais & Châteaux fu per me l’occasione di scoprire che non ero solo, di entrare a far parte di una famiglia bella e grande.

La mia cucina unisce l’uso di tecniche francesi e prodotti giapponesi.


Qual è stata la Vostra più grande emozione gastronomica?
Nel 2002, ho assaggiato del foie gras unito a delle fragole : ero ai Crayères, quando Gérard Boyer era ancora ai fornelli. Fino ad allora credevo che alcuni prodotti non potessero essere associati. Grazie a questa esperienza, ho capito che niente era impossibile e che bisogna conservare un animo aperto se ci si impegna nella creazione culinaria.

L'incidente in cucina più divertente a cui avete assistito?
Quando un « critico gastronomico » mi ha chiesto se il mio foie gras fosse di agnello.

Il consiglio per i cuochi della domenica?
Della buona musica per creare l’atmosfera e un bicchiere di Chardonnay che vi faccia compagnia mentre cucinate.