Chiudere Close
Relais & Châteaux, è un mondo a parte, un mondo diverso. Un mondo accogliente, caloroso, gourmet, nel quale l'esigenza della migior qualità condivisa dai nostri affiliati si unisce alla passione per la loro struttura e per il territorio che l'accoglie.
Fermer fermer
L’arte di regalare Relais & Châteaux con i nostri Buoni e Cofanetti regalo CRÉATION. Per un week-end d’incanto in un ambiente eccezionale, un soggiorno fuori dal mondo o una cena gastronomica alla tavola di uno dei nostri Grands Chefs, più di 300 Maisons Relais & Châteaux accolgono le persone che avete scelto di coccolare, per un’esperienza indimenticabile.
Chiudere Close
Scoprite un vero giro del mondo della collezione Relais & Châteaux. Per qualsiasi occasione, qualunque sia la durata del vostro soggiorno, ogni Dimora vi offrirà il meglio della sua cultura e del suo territorio.
 

 
Chiudere Close
Vivere un’esperienza Relais & Châteaux significa vivere nuove sensazioni. Ognuna delle nostre strutture offre la possibilità di esplorare una varietà di sensazioni incomparabili, dove la bellezza di un luogo, il calore dell’accoglienza e la qualità di una tavola si coniugano in modo perfetto. Profumi e sapori, paesaggi e colori trasformano ogni soggiorno in un momento raro e intenso.
Chiudere Close
Scoprite l’eccellente cucina proposta nelle nostre dimore: tradizionale o contemporanea, non manca mai di stupire con la sua incredibile creatività. Questa caratteristica d’eccellenza è riconosciuta in tutto il mondo, poichè i nostri Grands Chefs sono considerati il vertice della gastronomia più raffinata.

Stampare questa pagina inviare questa pagina a un amico

Ristorante Il Rigoletto.

Ristorante in un borgo. Italia,Reggiolo

Giovanni D'Amato

Chef
Ristorante Il Rigoletto Reggiolo I-42046

La mia passione è nata in famiglia, nella trattoria dei miei nonni. Da piccolo, mi sono messo in testa di diventare un “grande chef” senza neanche sapere cosa significasse.

Il mio percorso è iniziato in modo classico alla scuola alberghiera. Alla fine, ho creato soprattutto le cose da solo, senza subire l’influenza di altri cuochi. La mia cucina deriva dalla mia esperienza personale: è il riflesso dei miei sentimenti.

La mia carriera è iniziata davvero a 26 anni con il mio ristorante, le « Ristorante Il Rigoletto » dove ancora lavoro. È là che è stata scritta la mia storia, che oggi prosegue con mio figlio Federico che si è unito a me ai fornelli.

Durante la mia carriera alcuni eventi hanno segnato il mio percorso: le due stelle Michelin e l’entrare a far parte della famiglia dei Relais & Châteaux sono stati momenti cruciali. Inoltre, recentemente, la pubblicazione del nostro primo libro "Sinfonie del Rigoletto" di Gianni D'Amato è stata una sorta di consacrazione.

In un lavoro faticoso e impegnativo, sono i clienti a darvi la forza di andare avanti.


Qual è stata la Vostra più grande emozione gastronomica?
La preparazione di un pic-nic su un bel prato, con cose buone e veri amici!

L'incidente in cucina più divertente a cui avete assistito?
Una volta qualcuno ha fatto cadere in cucina, una bottiglia di essenza di mostarda. Siamo usciti di corsa, piangendo.

Il consiglio per i cuochi della domenica?
Cucinare per la propria famiglia, in tranquillità, in modo naturale, rispettando la tradizione.