Chiudere Close
Relais & Châteaux, è un mondo a parte, un mondo diverso. Un mondo accogliente, caloroso, gourmet, nel quale l'esigenza della migior qualità condivisa dai nostri affiliati si unisce alla passione per la loro struttura e per il territorio che l'accoglie.
Fermer fermer
L’arte di regalare Relais & Châteaux con i nostri Buoni e Cofanetti regalo CRÉATION. Per un week-end d’incanto in un ambiente eccezionale, un soggiorno fuori dal mondo o una cena gastronomica alla tavola di uno dei nostri Grands Chefs, più di 300 Maisons Relais & Châteaux accolgono le persone che avete scelto di coccolare, per un’esperienza indimenticabile.
Chiudere Close
Scoprite un vero giro del mondo della collezione Relais & Châteaux. Per qualsiasi occasione, qualunque sia la durata del vostro soggiorno, ogni Dimora vi offrirà il meglio della sua cultura e del suo territorio.
Il nostro canale TV
Guardate i nostri video tematici
 

 
Chiudere Close
Vivere un’esperienza Relais & Châteaux significa vivere nuove sensazioni. Ognuna delle nostre strutture offre la possibilità di esplorare una varietà di sensazioni incomparabili, dove la bellezza di un luogo, il calore dell’accoglienza e la qualità di una tavola si coniugano in modo perfetto. Profumi e sapori, paesaggi e colori trasformano ogni soggiorno in un momento raro e intenso.
Chiudere Close
Scoprite l’eccellente cucina proposta nelle nostre dimore: tradizionale o contemporanea, non manca mai di stupire con la sua incredibile creatività. Questa caratteristica d’eccellenza è riconosciuta in tutto il mondo, poichè i nostri Grands Chefs sono considerati il vertice della gastronomia più raffinata.

Stampare questa pagina inviare questa pagina a un amico

Restaurant Hôtel de Mikuni.

Ristorante di un Grand Chef Relais & Châteaux in città. Giappone,Tokyo

Kiyomi Mikuni

Chef
Restaurant Hôtel de Mikuni Tokyo 160-0011

Sono nato nell’Hokkaïdo nel Nord del Giappone, da padre pescatore e madre contadina. Sono cresciuto in una famiglia di 7 figli e ho sempre amato cucinare.

A 15 anni ho cominciato a lavorare come apprendista in un grand hotel di Sapporo e poi all’Imperial à Tokyo. A 20 anni, lo Chef, Mr Murakami, mi manda a Ginevra per diventare lo chef all’ambasciata giapponese.

Ho fatto alcuni stage da Frédy Girardet il quale mi ha poi inviato da Haeberlin, Chapel e Troisgros: da loro ho imparato i principi della cucina francese affascinato dal genio creativo dei miei mentori, ognuno con il proprio stile.

Al ritorno a Tokyo, divento chef di un bistrot francese e nel 1985 apro l’hotel di Mikuni, dove ricevo tutti gli Ambasciatori di Francia che si sono succeduti in Giappone.


Qual è stata la Vostra più grande emozione gastronomica?
A Tokyo, all’Impérial, la scoperta di prodotti a me sconosciuti, come il vino rosso, il foie gras, il tartufo …
Anche il ricordo di Frédy Girardet che con prodotti consegnati alle 11.30 del mattino, riusciva a creare un straordinario per una sala piena a pranzo.

L'incidente in cucina più divertente a cui avete assistito?
Durante il Vinexpo 1995 doveva svolgersi un ricevimento per 180 persone al Saint Emilion. I mie due chef ed io abbiamo lavorato dalla mattina alla sera per 180 coperti. Tutti i prodotti, però, sono arrivati sottosopra.
Abbiamo dovuto fare appello alla nostra immaginazione per ricomporre la cena: abbiamo servito un foie gras cotto a pressione con erbe aromatiche raccolte attorno al cestello, il pesce è diventato un panaché e la quaglia è stata servita in rondelle … siamo riusciti a trasformare una cena senza che nessuno se ne accorgesse !
E il ricevimento è stato un successo.

Il consiglio per i cuochi della domenica?
Quando si va a fare la spesa, si deve scegliere ciò che si ama, e fare affidamento sull’istinto e sui gusti personali.