Chiudere Close
Relais & Châteaux, è un mondo a parte, un mondo diverso. Un mondo accogliente, caloroso, gourmet, nel quale l'esigenza della migior qualità condivisa dai nostri affiliati si unisce alla passione per la loro struttura e per il territorio che l'accoglie.
Fermer fermer
L’arte di regalare Relais & Châteaux con i nostri Buoni e Cofanetti regalo CRÉATION. Per un week-end d’incanto in un ambiente eccezionale, un soggiorno fuori dal mondo o una cena gastronomica alla tavola di uno dei nostri Grands Chefs, più di 300 Maisons Relais & Châteaux accolgono le persone che avete scelto di coccolare, per un’esperienza indimenticabile.

Beneficiario di un regalo CRÉATION? Beneficiario di un forfait LYS?

Chiudere Close
Scoprite un vero giro del mondo della collezione Relais & Châteaux. Per qualsiasi occasione, qualunque sia la durata del vostro soggiorno, ogni Dimora vi offrirà il meglio della sua cultura e del suo territorio.
Il nostro canale TV
Guardate i nostri video tematici
 

 
Chiudere Close
Vivere un’esperienza Relais & Châteaux significa vivere nuove sensazioni. Ognuna delle nostre strutture offre la possibilità di esplorare una varietà di sensazioni incomparabili, dove la bellezza di un luogo, il calore dell’accoglienza e la qualità di una tavola si coniugano in modo perfetto. Profumi e sapori, paesaggi e colori trasformano ogni soggiorno in un momento raro e intenso.
Chiudere Close
Scoprite l’eccellente cucina proposta nelle nostre dimore: tradizionale o contemporanea, non manca mai di stupire con la sua incredibile creatività. Questa caratteristica d’eccellenza è riconosciuta in tutto il mondo, poichè i nostri Grands Chefs sono considerati il vertice della gastronomia più raffinata.

Stampare questa pagina inviare questa pagina a un amico

Homestead Inn - Thomas Henkelmann.

Ristorante di un Grand Chef Relais & Châteaux e hotel in città. Stati Uniti,Greenwich

Thomas Henkelmann

Chef
Homestead Inn - Thomas Henkelmann Greenwich 06830

I miei genitori vivevano nella Foresta Nera in Germania e amavamo i piatti semplici e freschi. Quando avevo sedici anni, ho intrapreso un apprendistato di tre anni in un hotel della regione, dove ho imparato a preparare una cucina francese di base. Poi, sono andato a Ginevra in Svizzera dove all’epoca nessuno rispettava un tedesco in cucina. Lo chef, che era francese, mi diceva : « Torna a casa ! Non parli neanche il francese !» Quindi, oltre a imparare a cucinare, ho fatto dei corsi di francese tre volte a settimana. Da lì, poi sono stato all’Auberge d’Ill per 15 mesi. La famiglia Haeberlin è stata assolutamente eccezionale ! Sin da piccolissimo ho aiutato in cucina. E organizzavo sempre! Organizzavo feste di compleanno per i miei amici: a sette o otto anni, i miei amici mi chiedevano : « Mi organizzi il compleanno ? » All’epoca non sapevo cosa avrei fatto in seguito. Ma vedete, adoro viziare le persone.

Fare lo chef è un mestiere molto fisico quindi, quando non sono in cucina, tento di mantenermi in forma ed elimino lo stress sciando, giocando a tennis e andando al mio club sportivo. Si lavora sempre in piedi, quindi si deve essere piuttosto in forma per fare questo mestiere !


Qual è stata la Vostra più grande emozione gastronomica?
Mio padre faceva una cucina tipicamente tedesca. Il suo bratwurst [salsiccia alla griglia]? Il migliore del mondo ! Devo aggiungere però che lavorare all’Auberge d’Ill è stato estremamente faticoso. È lì che ho imparato mantenere la calma. Come ottenere i sapori più buoni, razionalizzarli, come creare delle salse.

L’incidente in cucina più divertente a cui avete assistito?
Durante il mio apprendistato mi hanno gettato nel vivaio per i pesci! Un modo per dirmi: benvenuto nel mestiere !

Il consiglio per i cuochi della domenica?
Organizzate l’esecuzione. Non passate troppo tempo a cucinare.


Hotel
Scegliere una data



Centro prenotazioni (Stati Uniti)

1 800 735 2478

Chiamate da un altro paese ? Cliccare qui