Chiudere Close
Relais & Châteaux, è un mondo a parte, un mondo diverso. Un mondo accogliente, caloroso, gourmet, nel quale l'esigenza della migior qualità condivisa dai nostri affiliati si unisce alla passione per la loro struttura e per il territorio che l'accoglie.
Fermer fermer
L’arte di regalare Relais & Châteaux con i nostri Buoni e Cofanetti regalo CRÉATION. Per un week-end d’incanto in un ambiente eccezionale, un soggiorno fuori dal mondo o una cena gastronomica alla tavola di uno dei nostri Grands Chefs, più di 300 Maisons Relais & Châteaux accolgono le persone che avete scelto di coccolare, per un’esperienza indimenticabile.
Chiudere Close
Scoprite un vero giro del mondo della collezione Relais & Châteaux. Per qualsiasi occasione, qualunque sia la durata del vostro soggiorno, ogni Dimora vi offrirà il meglio della sua cultura e del suo territorio.
Il nostro canale TV
Guardate i nostri video tematici
 

 
Chiudere Close
Vivere un’esperienza Relais & Châteaux significa vivere nuove sensazioni. Ognuna delle nostre strutture offre la possibilità di esplorare una varietà di sensazioni incomparabili, dove la bellezza di un luogo, il calore dell’accoglienza e la qualità di una tavola si coniugano in modo perfetto. Profumi e sapori, paesaggi e colori trasformano ogni soggiorno in un momento raro e intenso.
Chiudere Close
Scoprite l’eccellente cucina proposta nelle nostre dimore: tradizionale o contemporanea, non manca mai di stupire con la sua incredibile creatività. Questa caratteristica d’eccellenza è riconosciuta in tutto il mondo, poichè i nostri Grands Chefs sono considerati il vertice della gastronomia più raffinata.

Stampare questa pagina inviare questa pagina a un amico

Restaurant Andrew Fairlie.

Ristorante di un Grand Chef Relais & Châteaux in campagna. Regno Unito,Auchterarder

Andrew Fairlie

Chef
Restaurant Andrew Fairlie Auchterarder PH3 1NF

«Una famiglia di sette fratelli e sorelle e di genitori impegnati a tempo pieno. Che ci hanno coinvolto nella gestione della casa. Mi sono ritrovato così a preparare le nostre cene. Per passione, dopo aver lavorato in un hotel ristorante come lavapiatti, ho voluto proseguire questo percorso.
Ottenere la borsa di studio Roux mi ha permesso di realizzare i miei sogni. Ero in brigata al Prés d’Eugénie, la mitica tavola di Michel Guérard. Un’ occasione unica per un apprendista scozzese ! Dopo aver lavorato presso altre grandi Maison parigine, mi si è aperta all’orizzonte una nuova opportunità. Nel mio paese, a due passi da casa, mi hanno offerto di aprire il ristorante del The Gleneagles Hotel. Impossibile rifiutare ! Salmone selvaggio delle acque pure del fiume Tay, gallo cedrone rosso delle vicine terre o il famoso bue Angus d’Aberdeen… Dal 2001 esalto qui i magnifici prodotti della Scozia, in cui sono nato, con il sostegno dalle tecniche francesi classiche. Moderne odi alla natura circostante, per un risveglio di tutti i sensi. »


Qual è stata la sua più grande emozione gastronomica?
Essere presentato alla regina di Inghilterra e a tutti i capi di stato del G8, dopo aver preparato una cena in occasione del vertice che ha avuto luogo nel 2005.

L’incidente in cucina più divertente a cui ha assistito?
Vedere il mio vice chef, un uomo piuttosto rude, cadere a faccia avanti su un’enorme pentola di zuppa di pomodoro, poggiata a terra per farla raffreddare. Sono corso a nascondermi con la testa nel frigo per non farmi vedere ridere.

Il suo miglior consiglio per i cuochi della domenica?
Saper maneggiare il coltello, lavorare con attenzione e fare bene le cose semplici.