Chiudere Close
Relais & Châteaux, è un mondo a parte, un mondo diverso. Un mondo accogliente, caloroso, gourmet, nel quale l'esigenza della migior qualità condivisa dai nostri affiliati si unisce alla passione per la loro struttura e per il territorio che l'accoglie.
Fermer fermer
L’arte di regalare Relais & Châteaux con i nostri Buoni e Cofanetti regalo CRÉATION. Per un week-end d’incanto in un ambiente eccezionale, un soggiorno fuori dal mondo o una cena gastronomica alla tavola di uno dei nostri Grands Chefs, più di 300 Maisons Relais & Châteaux accolgono le persone che avete scelto di coccolare, per un’esperienza indimenticabile.
Chiudere Close
Scoprite un vero giro del mondo della collezione Relais & Châteaux. Per qualsiasi occasione, qualunque sia la durata del vostro soggiorno, ogni Dimora vi offrirà il meglio della sua cultura e del suo territorio.
Il nostro canale TV
Guardate i nostri video tematici
 

 
Chiudere Close
Vivere un’esperienza Relais & Châteaux significa vivere nuove sensazioni. Ognuna delle nostre strutture offre la possibilità di esplorare una varietà di sensazioni incomparabili, dove la bellezza di un luogo, il calore dell’accoglienza e la qualità di una tavola si coniugano in modo perfetto. Profumi e sapori, paesaggi e colori trasformano ogni soggiorno in un momento raro e intenso.
Chiudere Close
Scoprite l’eccellente cucina proposta nelle nostre dimore: tradizionale o contemporanea, non manca mai di stupire con la sua incredibile creatività. Questa caratteristica d’eccellenza è riconosciuta in tutto il mondo, poichè i nostri Grands Chefs sono considerati il vertice della gastronomia più raffinata.

Stampare questa pagina inviare questa pagina a un amico

Restaurant Da Vinci.

Ristorante di un Grand Chef Relais & Châteaux lungo un corso d'acqua. Paesi Bassi,Maasbracht

Margo Reuten

Chef
Restaurant Da Vinci Maasbracht 6051 CS

Rendere indimenticabile la delizia. Fare di un pranzo gradevole un momento unico… In Alta Gastronomia, la ricerca dell’eccellenza è un’esigenza senza fine. Per me è stata all’ordine del giorno sin dal 1984 e per ben dieci anni, lungo il mio periodo di formazione presso le grandi tavole dei Paesi Bassi. Lo è tuttora, ancor più di allora, dopo aver inaugurato, nel 1993, insieme a mio marito Petro Kools il Ristorante Da Vinci.
A Maasbracht niente viene lasciato al caso: l’accoglienza dei nostri ospiti, il comfort del luogo …, e nondimeno la scelta accurata dei prodotti, l’uso preciso degli utensili, il rispetto delle tradizioni, l’acquisizione delle tecniche più attuali… La cucina, aperta sulla sala da pranzo, non permette di fare nessun errore. Le mie aspettative, come quelle dei nostri ospiti, nemmeno. Strappare loro un sorriso, grazie ai piatti delicati e sottili, rivisitando con destrezza i grandi classici, è la mia più bella ricompensa


Qual è stata la sua più grande emozione gastronomica?
I miei incontri con Elena Arzak. L’avevo incontrata per la prima volta nella «Chefs Revolution» organizzata dal Grand Chef Jonnie Boer. L’estate scorsa ho avuto la fortuna di rivederla grazie a una colazione nel suo stabilimento. Un’esperienza memorabile.

Qual è l’incidente di cucina più divertente che le sia capitato?
André Rieu, artista noto internazionalmente, là nella mia cucina, dopo avermi vista al lavoro mi ha battezzata «chef d’orchestra delle mie brigate».

Il miglior consiglio che potreste dare ai cuochi della domenica?
Utilizzare degli ottimi ingredienti e gli utensili adeguati. In particolare nella presentazione. La metà del lavoro sarà fatto.