Chiudere Close
Relais & Châteaux, è un mondo a parte, un mondo diverso. Un mondo accogliente, caloroso, gourmet, nel quale l'esigenza della migior qualità condivisa dai nostri affiliati si unisce alla passione per la loro struttura e per il territorio che l'accoglie.
Fermer fermer
L’arte di regalare Relais & Châteaux con i nostri Buoni e Cofanetti regalo CRÉATION. Per un week-end d’incanto in un ambiente eccezionale, un soggiorno fuori dal mondo o una cena gastronomica alla tavola di uno dei nostri Grands Chefs, più di 300 Maisons Relais & Châteaux accolgono le persone che avete scelto di coccolare, per un’esperienza indimenticabile.
Chiudere Close
Scoprite un vero giro del mondo della collezione Relais & Châteaux. Per qualsiasi occasione, qualunque sia la durata del vostro soggiorno, ogni Dimora vi offrirà il meglio della sua cultura e del suo territorio.
Il nostro canale TV
Guardate i nostri video tematici
 

 
Chiudere Close
Vivere un’esperienza Relais & Châteaux significa vivere nuove sensazioni. Ognuna delle nostre strutture offre la possibilità di esplorare una varietà di sensazioni incomparabili, dove la bellezza di un luogo, il calore dell’accoglienza e la qualità di una tavola si coniugano in modo perfetto. Profumi e sapori, paesaggi e colori trasformano ogni soggiorno in un momento raro e intenso.
Chiudere Close
Scoprite l’eccellente cucina proposta nelle nostre dimore: tradizionale o contemporanea, non manca mai di stupire con la sua incredibile creatività. Questa caratteristica d’eccellenza è riconosciuta in tutto il mondo, poichè i nostri Grands Chefs sono considerati il vertice della gastronomia più raffinata.

Stampare questa pagina inviare questa pagina a un amico

Château Cordeillan-Bages.

Ristorante di un Grand Chef Relais & Châteaux e hotel nei vigneti. Francia,Pauillac

Jean-Luc Rocha

Chef
Château Cordeillan-Bages Pauillac 33250

Sono stato formato dal senso di condivisione e rigore. Il primo lo devo anzitutto alla mia famiglia, che è sempre stata focalizzata sull’accoglienza e l’ospitalità e poi ai cuochi, uomini e donne, incontrati lungo un percorso intrapreso al liceo alberghiero di Luxeuil-les-Bains. Ognuno di loro mi ha trasmesso il proprio amore per i prodotti e per il territorio, il valore del lavoro, il senso del bello e del buono. Da François Lachaux al Bas Rupts e allo Chalet Fleuri di Gérardmer, poi Patrick Henriroux a La Pyramide di Vienna e infine Thierry Marx nella mia attuale dimora.
Il secondo, mi è stata inculcato da questi stessi chef e mi ha permesso di ottenere il titolo di Meilleur Ouvrier de France nel 2007.
Ho ricevuto tanto... ma ho saputo anche dare in cambio. Come ai clienti abituali dello Château de Cordeillan-Bages che mi hanno espresso la loro voglia di vivere nuove esperienze. Ho offerto loro una cucina classica e moderna, che mescoli le texture e i sapori necessari a creare questa tanta attesa sorpresa. Un gioco di domande e risposte. Appassionante.


Qual è stata la sua più grande emozione gastronomica?
Il mio primo pasto di alta cucina, da M. Kuentz, al Père Rota. Un’istituzione nella mia regione natale. Ho mangiato dei gamberi gratinati e tacchino al vino bianco, magistrali. Avevo 11 anni.

L’incidente in cucina più divertente a cui ha assistito?
Una consegna in furgoncino da Jacques Chibois, in particolare di un cavalletto fatto di zucchero. Un’ora di strada. Sballottamenti a destra e a sinistra, un solo obiettivo: consegnare l’opera tutta intera. Per fortuna arriva intatta per essere poi disposta in giardino. Pochi minuti dopo un cliente indietreggia e cade a sedere proprio sul famoso cavalletto.

Il suo miglior consiglio per i cuochi della domenica?
Mettere il cuore in tutto ciò che si fa.


Hotel
Scegliere una data



Centro prenotazioni (Stati Uniti)

1 800 735 2478

Chiamate da un altro paese ? Cliccare qui