Chiudere Close
Relais & Châteaux, è un mondo a parte, un mondo diverso. Un mondo accogliente, caloroso, gourmet, nel quale l'esigenza della migior qualità condivisa dai nostri affiliati si unisce alla passione per la loro struttura e per il territorio che l'accoglie.
Fermer fermer
L’arte di regalare Relais & Châteaux con i nostri Buoni e Cofanetti regalo CRÉATION. Per un week-end d’incanto in un ambiente eccezionale, un soggiorno fuori dal mondo o una cena gastronomica alla tavola di uno dei nostri Grands Chefs, più di 300 Maisons Relais & Châteaux accolgono le persone che avete scelto di coccolare, per un’esperienza indimenticabile.
Chiudere Close
Scoprite un vero giro del mondo della collezione Relais & Châteaux. Per qualsiasi occasione, qualunque sia la durata del vostro soggiorno, ogni Dimora vi offrirà il meglio della sua cultura e del suo territorio.
Il nostro canale TV
Guardate i nostri video tematici
 

 
Chiudere Close
Vivere un’esperienza Relais & Châteaux significa vivere nuove sensazioni. Ognuna delle nostre strutture offre la possibilità di esplorare una varietà di sensazioni incomparabili, dove la bellezza di un luogo, il calore dell’accoglienza e la qualità di una tavola si coniugano in modo perfetto. Profumi e sapori, paesaggi e colori trasformano ogni soggiorno in un momento raro e intenso.
Chiudere Close
Scoprite l’eccellente cucina proposta nelle nostre dimore: tradizionale o contemporanea, non manca mai di stupire con la sua incredibile creatività. Questa caratteristica d’eccellenza è riconosciuta in tutto il mondo, poichè i nostri Grands Chefs sono considerati il vertice della gastronomia più raffinata.

Stampare questa pagina inviare questa pagina a un amico

Hôtel et Restaurant Régis et Jacques Marcon.

Ristorante di un Grand Chef Relais & Châteaux e hotel in un borgo. Francia,Saint-Bonnet-le-Froid

Régis et Jacques Marcon

Chef
Hôtel et Restaurant Régis et Jacques Marcon Saint-Bonnet-le-Froid 43290

Régis : Nel 1956, il famoso anno del freddo, i miei genitori, contadini, furono costretti a lasciare la propria fattoria, e per riuscire a vivere bene, mia madre si mise a lavorare al caffè del villaggio. Mio padre allora era mercante di vini.

Qualche anno dopo, mia madre iniziò a preparare degli spuntini e sistemò varie stanze. Ho vissuto in questo ambiente. Mia madre conosceva perfettamente tutti i clienti e li considerava come degli amici.

Nel 1979, ho ripreso in mano l’hotel di famiglia e ho voluto portare avanti le tradizioni di accoglienza di questa casa. L’evoluzione del ristorante ha coinvolto sempre più personale, soprattutto in cucina. È questo che ha reso necessaria la costruzione di un nuovo ristorante sulla collina…e poi come resistere alla voglia di offrire una tale vista ai nostri commensali?

Desideriamo che i pasti siano delle vere e proprie feste. Ricette che siano riflessi della natura che ci circonda, della nostra personalità, della tradizione. Prodotti generosi e stupefacenti... Le erbe primaverili, gli ovini, le carni di allevamento, le lenticchie verdi del Puy, i formaggi di Ardèche e di Auvergne... e soprattutto i funghi, diventati nel corso degli anni, l’emblema della nostra casa.

Jacques : Appassionato di cucina, ho concluso gli studi alberghieri, ottenendo il BAC ES e il BTS al liceo di St Chély d'Apcher in Lozère.
Dopo diversi stage, sono giunto a Saint Bonnet le Froid per lavorare al fianco di mio padre, nel 2005, con un bagaglio di solida esperienza acquisita presso numerosi chef: la scuola Tsuji, Bernard Pacaud all’Ambroisie a Parigi, Eric Biffard agli Elysées del Vernet, Gilles Goujon al Vieux Puits a Fontjoncousse, Philippe Rochat a Crissier vicino Losanna in Svizzera, e alla fine la scuola Lenôtre per la pasticceria.


Qual è stata la Vostra più grande emozione gastronomica?
Régis : Era il 1995, nel nord del Giappone. Ho avuto il piacere di assaggiare per la prima volta un brodo a base di tricoloma, uno dei più rari funghi della famiglia dei matsutake. Un profumo intenso che resterà a lungo impresso nella mia memoria.

L’incidente in cucina più divertente a cui avete assistito?
Régis : La sera di un ricevimento per un matrimonio, assieme a tre collaboratori portavo una torta a più piani per la quale avevamo lavorato molto. Gli entremets hanno iniziato a scivolare di fianco e, malgrado i riflessi, sono finiti per terra. Ero pietrificato, alcuni dei miei collaboratori si sono eclissati e sono rimasto immobile. Contro qualsiasi attesa, i clienti hanno applaudito. Ancora oggi, ci penso sorridendo, ma mi resta comunque un ricordo poco piacevole.

Il consiglio per i cuochi della domenica?
Régis : Il vostro piacere deve essere dare felicità agli invitati, senza alcuna moderazione.


Centro prenotazioni (Stati Uniti)

1 800 735 2478

Chiamate da un altro paese ? Cliccare qui