Chiudere Close
Relais & Châteaux, è un mondo a parte, un mondo diverso. Un mondo accogliente, caloroso, gourmet, nel quale l'esigenza della migior qualità condivisa dai nostri affiliati si unisce alla passione per la loro struttura e per il territorio che l'accoglie.
Fermer fermer
L’arte di regalare Relais & Châteaux con i nostri Buoni e Cofanetti regalo CRÉATION. Per un week-end d’incanto in un ambiente eccezionale, un soggiorno fuori dal mondo o una cena gastronomica alla tavola di uno dei nostri Grands Chefs, più di 300 Maisons Relais & Châteaux accolgono le persone che avete scelto di coccolare, per un’esperienza indimenticabile.
Chiudere Close
Scoprite un vero giro del mondo della collezione Relais & Châteaux. Per qualsiasi occasione, qualunque sia la durata del vostro soggiorno, ogni Dimora vi offrirà il meglio della sua cultura e del suo territorio.
 

 
Chiudere Close
Vivere un’esperienza Relais & Châteaux significa vivere nuove sensazioni. Ognuna delle nostre strutture offre la possibilità di esplorare una varietà di sensazioni incomparabili, dove la bellezza di un luogo, il calore dell’accoglienza e la qualità di una tavola si coniugano in modo perfetto. Profumi e sapori, paesaggi e colori trasformano ogni soggiorno in un momento raro e intenso.
Chiudere Close
Scoprite l’eccellente cucina proposta nelle nostre dimore: tradizionale o contemporanea, non manca mai di stupire con la sua incredibile creatività. Questa caratteristica d’eccellenza è riconosciuta in tutto il mondo, poichè i nostri Grands Chefs sono considerati il vertice della gastronomia più raffinata.

Stampare questa pagina inviare questa pagina a un amico

Le Château de Beaulieu.

Ristorante di un Grand Chef Relais & Châteaux e hotel in un parco. Francia,Busnes

Marc Meurin

Chef
Le Château de Beaulieu Busnes 62350

« Le tradizioni e il territorio del Nord hanno contribuito alla mia crescita. A partire dalle prime emozioni in cucina condivise con mia madre: non essendoci la mensa a scuola la vedevo tutti i giorni cucinare per la nostra famiglia. È stata lei a spingermi a varcare la soglia della scuola alberghiera di Lille. Tre anni dopo, una volta ottenuto il CAP (certificato di abilitazione professionale), a 20 anni, mi sono trasferito a Laventie con mia moglie Claudine. Senza grandi formazioni in importanti Maison, quindi. Ho appreso tutto nella mia regione di nascita e del cuore. In questo contesto, come non renderle omaggio? Come in passato, a Béthune, nel mio ex ristorante Le Meurin, oggi, al vicino Château de Beaulieu, m’impegno quotidianamente a onorare i sublimi pesci del Nord, le verdure di Artois e di Picardie…, per piatti regionali arricchiti da una dolce modernità. ».


Qual è stata la sua più grande emozione gastronomica?
Il mio primo pasto a una grande tavola. In particolare, quella di Alain Chapel. Che ricordi!


L’incidente in cucina più divertente a cui ha assistito?
Il cliente che si mangia il sale grosso sul quale è stata poggiata l’ostrica, quello che beve l’acqua in cui sciacquarsi le mani … Non ho mai vissuto grandi incidenti ma diversi momenti buffi.


Il suo miglior consiglio per i cuochi della domenica?
Cercare di cucinare nel modo più semplice del mondo, che è poi la cosa più difficile.


Hotel
Scegliere una data



Centro prenotazioni (Stati Uniti)

1 800 735 2478

Chiamate da un altro paese ? Cliccare qui