Chiudere Close
Relais & Châteaux, è un mondo a parte, un mondo diverso. Un mondo accogliente, caloroso, gourmet, nel quale l'esigenza della migior qualità condivisa dai nostri affiliati si unisce alla passione per la loro struttura e per il territorio che l'accoglie.
Fermer fermer
L’arte di regalare Relais & Châteaux con i nostri Buoni e Cofanetti regalo CRÉATION. Per un week-end d’incanto in un ambiente eccezionale, un soggiorno fuori dal mondo o una cena gastronomica alla tavola di uno dei nostri Grands Chefs, più di 300 Maisons Relais & Châteaux accolgono le persone che avete scelto di coccolare, per un’esperienza indimenticabile.
Chiudere Close
Scoprite un vero giro del mondo della collezione Relais & Châteaux. Per qualsiasi occasione, qualunque sia la durata del vostro soggiorno, ogni Dimora vi offrirà il meglio della sua cultura e del suo territorio.
 

 
Chiudere Close
Vivere un’esperienza Relais & Châteaux significa vivere nuove sensazioni. Ognuna delle nostre strutture offre la possibilità di esplorare una varietà di sensazioni incomparabili, dove la bellezza di un luogo, il calore dell’accoglienza e la qualità di una tavola si coniugano in modo perfetto. Profumi e sapori, paesaggi e colori trasformano ogni soggiorno in un momento raro e intenso.
Chiudere Close
Scoprite l’eccellente cucina proposta nelle nostre dimore: tradizionale o contemporanea, non manca mai di stupire con la sua incredibile creatività. Questa caratteristica d’eccellenza è riconosciuta in tutto il mondo, poichè i nostri Grands Chefs sono considerati il vertice della gastronomia più raffinata.

Stampare questa pagina inviare questa pagina a un amico

Restaurante Martín Berasategui.

Ristorante di un Grand Chef Relais & Châteaux in campagna. Spagna,Lasarte-Oria

Martín Berasategui

Chef
Restaurante Martín Berasategui Lasarte-Oria E-20160

I miei genitori lavoravano alla Bodegón Alexandro, nel cuore dell’antica San Sebastian. Verso i 14 anni, ho iniziato a cucinare con mia madre e mia zia Maria Gabriela. L'amore per la cucina: ce l’ho nel sangue sin dall’infanzia.

Ho imparato a conoscere la pasticceria grazie ad André Mandion ad Anglet. In seguito, François Brouchican mi ha insegnato a cucinare la carne e a maneggiare anatre ed oche. Mi ha poi inviato da Didier Oudil, che aveva lavorato sedici anni come chef da Michel Guérard. A maggio del 1993, ho aperto il mio ristorante a Lasarte.

È stato grazie all’apprendistato di pasticceria, che ho imparato il rigore necessario a ottenere dei risultati in cucina. Oltre alla tecnica e al talento, è fondamentale l’impegno.

La mia cucina cerca di raggiungere la perfezione nella regolarità, per permettere a ciascun cliente di lasciare il ristorante avendo assaporato l’esperienza unica che avevano sognato.


Qual è stata la Vostra più grande emozione gastronomica?
Andare a pranzo o a cena, senza far nulla, allo Zuberoa a Oyarzun, dal mio amico Hilario Arbelaiz, è sempre una nuova emozione.

L’incidente in cucina più divertente a cui avete assistito?
Il giorno in cui Santiago Segura e il Grand Wyoming, due attori comici molto noti in Spagna, sono entrati nella mia cucina. Un vero happening!

Il consiglio per i cuochi della domenica?
Non complicarsi la vita, seguire i consigli degli chef e dei libri che propongono una cucina semplice. E approfittare degli amici.